Fantasiosi cocktail molecolari preparati dai ricercatori nell’insolita veste di barman, musica dal vivo e tanta curiosità per le nuove scoperte scientifiche e l’affascinante mondo della ricerca. In più la possibilità di salire a bordo della DeLorean, la macchina del tempo del film “Ritorno al futuro” che ha ispirato B-Future, il progetto ideato dal Neuromed e selezionato dalla Commissione europea nell’ambito della notte dei ricercatori. L’evento di lancio in piazza Dante a Caserta. Un prologo che ha centrato in pieno l’obiettivo. E cioè quello di far uscire i ricercatori dai laboratori per andare a incontrare cittadini e studenti nei luoghi che frequentano abitualmente. Con l’appuntamento di Caserta la notte dei ricercatori entra nel vivo. In questi giorni – prima del gran finale di venerdì a Pozzilli – gli esperti dell’istituto di ricerca incontreranno migliaia di studenti direttamente a scuola, sia in Campania sia in Molise. L’idea di coinvolgere la cittadinanza, ma soprattutto le scolaresche, è stata molto apprezzata dal ministero della Salute. Che anche quest’anno ha dato pieno sostegno alle iniziative promosse dal Neuromed.

Potrebbe interessanti anche:

Sanità, dopo Gemelli e Neuromed prende posizione anche Villa Maria: stop ai ricoveri e pazienti dimessi

Dopo il Gemelli ed il Neuromed arriva la presa di posizione della casa di cura Villa Maria…