Home Apertura Servizi per la prima infanzia, dalla Regione Molise un milione di euro in sostegno delle famiglie
Apertura - Attualità - Evidenza - Politica - QD - Regione - 22 Settembre 2019

Servizi per la prima infanzia, dalla Regione Molise un milione di euro in sostegno delle famiglie

Quello della conciliazione dei tempi di vita con i tempi di lavoro è un tema di stretta attualità e di non facile soluzione. Per venire incontro alle esigenze di genitori e famiglie arrivano dalla Regione Molise un milione di euro destinati ai servizi socio-educativi per la prima infanzia. Destinatari finali dell’iniziativa sono i bambini ricompresi nella fascia d’età che va dai 24 ai 36 mesi. Spetta ai comuni la selezione dei progetti che possono essere presentati sia da scuole pubbliche che private paritarie, da soggetti del cosiddetto “Terzo Saettore” (quali cooperative sociali, Onlus, associazioni di promozione sociale e di volontariato), sia anche da soggetti privati quali imprese e società.

I soggetti interessati hanno tempo sino al 10 ottobre prossimo per presentare i progetti ai comuni (questi ultimi, ai fini dell’iniziativa, possono anche associarsi), mentre il servizio in questione partirà dal 1 novembre prossimo e si concluderà come termine massimo alla data del 31 agosto del 2020.

I costi del progetto vengono finanziati sino all’80% dalla Regione Molise (per un contributo massimo erogabile a progetto di 30mila euro), mentre la restante parte del 20% sarà a carico dei comuni proponenti. E’ prevista anche una quota di compartecipazione da parte delle famiglie che può variare da un minimo di sette euro e mezzo al mese ad un massimo di ottanta a seconda delle fasce di reddito risultanti dalla dichiarazione Isee. Sino a quattromila euro all’anno di reddito non è prevista alcuna quota a carico delle famiglie. Il tempo di permanenza dei bambini presso le sezioni primavera va da un minimo di 5 ore giornaliere ad un massimo di 9 per cinque giorni alla settimana.

Nell’avviso pubblico adottato dalla Giunta regionale lo scorso 16 settembre è specificato che al milione di euro attualmente previsto la Regione potrà aggiungere anche ulteriori risorse, a testimonianza della necessità di affrontare un problema che investe tantissime famiglie. Tempi brevi, quindi, per gli interessati. Ricordiamo che la data di scadenza del bando è il prossimo 10 ottobre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Consorzio per lo sviluppo industriale Campobasso – Boiano, il gruppo di minoranza “Futuro Trivento” chiede un consiglio monotematico

Consorzio per lo sviluppo industriale Campobasso – Boiano, il gruppo di minoranza “Futuro …