Home Attualità Turismo in flessione, la Uiltucs alla politica: “Basta passerelle, si garantiscano servizi”

Turismo in flessione, la Uiltucs alla politica: “Basta passerelle, si garantiscano servizi”

Durissimo affondo del segretario regionale della Uiltucs Pasquale Guarracino. ”I dati dell’estate che sta finendo – ha detto – non sono confortanti: in Molise il turismo non decolla. Certo, sulla carta e sul web, nel corso delle conferenze e delle passerelle degli Stati Generai del Turismo si legge di grandi progetti, di promozione e di valorizzazione del territorio: e se è così, allora perché le presenze di turisti sono in costante diminuzione? Perché la maglia nera del turismo vie e indossata sempre dalla nostra regione?”

Secondo il sindacalista della Uiltucs, il settore non ha prodotto occupazione, chi ci opera, con grandi sacrifici, non ha avuto supporti per migliorare le condizioni di lavoro

La politica – ha rimarcato Guarracino – non vuole, o non sa vedere quali sono le reali esigenze del territorio. Piuttosto che investire risorse su tavoli e convegni, si pensi ad ascoltare concretamente gli addetti del settore, si pensi a creare strutture ed infrastrutture e a garantire servizi ai cittadini e, quindi, ai turisti, si pensi, a migliorare la viabilità, per non lasciare il nostro Molise isolato dal resto di Italia e del mondo”.

Per essere attrattivi – ha continuato il sindacalista – dobbiamo essere raggiungibili, dobbiamo garantire a chi decide di investire il proprio tempo libero e le proprie risorse economiche nella nostra regione la facilità di spostarsi, di alloggiare, di curarsi e di ricrearsi”.

Il turismo, quello lento, quello di massa – ha puntualizzato Pasquale Guarracino – si fonda su: viabilità, servizi, infrastrutture e personale qualificato. Non occorrono anni di approfondimenti ai tavoli per decidere di investire concretamente sul turismo: occorre la volontà di farlo.

Solo allora si creerà occupazione ( che resta la prima, enorme esigenza della nostra regione) e si potrà affermare che il turismo è il volano delle nostra economia. E allora – ha concluso il segretario regionale della Uiltucs – alla politica invio questo messaggio: basta con i convegni, basta con le inutili passerelle, andate nei luoghi della nostra regione a rendervi conto delle esigenze di chi vuole fare turismo, sentite le Organizzazioni Sindacali, ascoltate gli addetti ai lavori e forse, in questa maniera, persino voi riuscirete a concretizzare qualcosa di buono per il nostro amato Molise.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

La Nazionale attori a Campobasso il 16 aprile per un triangolare a scopo benefico

Triangolare, il 16 aprile,  al nuovo stato Romagnoli di Campobasso, tra la Nazionale attor…