Alla fine hanno deciso i consiglieri comunali di Isernia e Venafro, dove Alfredo Ricci ha preso ben 33 voti ponderati, contro i solo 13 di Felice Ianiro che, con i voti dei consiglieri di Agnone e Frosolone, si era portato in vantaggio sul sindaco di Venafro. E alla fine il sindaco di Venafro ha battuto quello di Frosolone per 469 voti ponderati a 406, ma le battaglie tra i due sfidanti sono state ben quattro. Nella prima, quella dei piccoli comuni, ha vinto Ricci, con 150 voti contro 99. Nella seconda, quella di Frosolone, ha vinto Ianiro con 99 voti contro i 18 di Ricci. Ad Agnone, la vittoria è andata ancora a Ianiro, con 112 voti ponderati a 70. Quindi, prima di calcolare Venafro e Isernia, era in testa Ianiro, con 310 voti contro 238. Ma quando sono arrivate le schede dei consiglieri di Venafro e Isernia, c’è stato il ribaltone, con 231 voti a Ricci e 91 a Ianiro. Alla fine Alfredo Ricci è stato eletto presidente della provincia di Isernia con 469 voti. Non è la prima volta per un venafrano in via Berta, prima di Ricci fu presidente Attilio Peluso.

Potrebbe interessanti anche:

Trovato senza vita nel lago il corpo di Lucio Grasso, ex portiere del Riccia

Dopo 48 ore di ricerche è stato ritrovato senza vita il corpo di Lucio Grasso, il pescator…