Antonio Liberatore

Un epilogo amarissimo. L’orsa che da qualche giorno si aggirava nelle campagne di Rionero Sannitico in cerca di prugne è stata investita e uccisa alle porte del paese. É stata travolta da un’auto sulla fondovalle Sangro. L’animale – 4 anni circa – è morto dopo oltre un’ora di agonia. Quando sono arrivati i veterinari per l’orsa non c’era ormai più nulla da fare. L’animale è stato preso in consegna dagli addetti del Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, per poi essere trasferito all’istituto zooprofilattico di Teramo, dove nelle prossime ore sarà sottoposto ad accertamenti. Tra i primi ad arrivare sul posto Antonio Liberatore, dirigente medico veterinario della Asrem, oltre che responsabile dell’Associazione Salviamo l’Orso: “Un disastro – ha commentato – la perdita di una giovane femmina è irreparabile, visto che la specie dell’orso bruno marsicano rischia l’estinzione. In lei affidamento speranze dal punto di vista riproduttivo”. Con ogni probabilità l’orsa investita è la stessa che nelle ultime settimane era stata avvistata a Pizzone, Cerro al Volturno, Montenero Val Cocchiara e in ultimo proprio a Rionero Sannitico, dove negli ultimi giorni era stata notata più volte, al punto da indurre il sindaco, Palmerino D’Amico, a firmare un’ordinanza per invitare i cittadini a non avvicinarsi agli animali selvatici. La notizia della morte ha scosso tutta la comunità. Soprattutto i più piccoli sognavano di vederla ancora a spasso per le campagne. Smentita intanto la notizia dell’investimento da parte di un pirata della strada. L’automobilista che ha investito l’orsa – ha precisato Liberatore – si è fermato e ha attivato i soccorsi: “La persona che ha investito l’orso ha chiamato i Carabinieri e fornito le proprie generalità. È chiaro che un orso su una strada a scorrimento veloce, un orso così particolarmente confidente, è un animale che rischia molto più degli altri. Nelle prossime ore sarà comunque sottoposto ad accertamenti presso l’Istituto zooprofilattico di Teramo. È evidente che è stato investito. Ma un animale trovato morto su strada va comunque guardato con sospetto. Perché potrebbe essere stato indotto a questo comportamento da altri eventi, come ad esempio un avvelenamento, una lesione da arma da fuoco o altro”.

Potrebbe interessanti anche:

Maresca politico e magistrato, sarà in servizio a Campobasso

La decisione ha spaccato in due il consiglio superiore della magistratura. Destinazione Co…