Una piccola regione che custodisce un grande patrimonio di risorse. Promuovere una rete di conoscenza ed esperienza di eventi e tradizioni significa dare impulso a tutto il Molise creando anche un ponte culturale con altre realtà.

La rassegna delle Carresi in programma domenica 4 agosto a Larino rappresenta un punto di riferimento per condividere questo percorso. Venti delegazioni, tra cui sei provenienti da fuori regione fino alla Sardegna; carri, buoi, costumi, simboli di fede, religiosità popolare e folklore che rinnovano anche un rapporto speciale tra l’uomo e gli animali.

Il Comitato organizzatore ha preparato al meglio l’iniziativa, giunta alla decima edizione, con un fitto programma che si articolerà nell’arco dell’intera giornata.

Si parte dalle dieci con la sistemazione dei carri in piazza Duomo, seguiranno la compagnia di danza La Farandola e la visita alle tipiche traglie di vari paesi.

Alle 16 esibizione del gruppo folk ‘Maccabbarri’ di Penne e, a seguire, il coro melodie d’Abruzzo di Pescara. Dalle 17 visita dei carri provenienti da varie realtà del Molise e di altre regioni fino alla riproduzione dell’immagine di Sant’Antonio morente della città di Padova. Alle 18 inizierà il corteo che si snoderà tra le suggestive vie del centro storico frentano.

Dalle 20.30 degustazione del vitello marchigiano allo spiedo e, alle 22, concerto delle cantine riunite folk rock band.

Dalle 16 alle 21, inoltre, si potrà visitare la mostra documentaria dedicata al settimo centenario della Concattedrale a cura dell’Archivio storico diocesano.

Il Comitato organizzatore, coordinato da Stefano Vitulli, rinnova l’invito per condividere una giornata densa di emozioni.

Potrebbe interessanti anche:

Torna il maltempo su tutta la regione: neve anche in collina e danni causati dal vento forte

Torna il maltempo su tutto il Molise. Dalla notte scorsa disagi per le nevicate e per il f…