“Scava in profondità in nome della Verità per rinvenire, come archeologica scoperta, la nudità pura e vera dell’anima svestita di ogni maschera.” In questo passaggio della prefazione di Stefania Maria Gioia Giordano, è racchiuso il senso delle poesie di Maria Giusti. Nella sua ultima raccolta – presentata alla palazzina Liberty di Venafro – rivolge un pensiero alle persone care, esalta l’amore per la vita, analizza le inevitabili sofferenze che ci accompagnano durante l’esistenza. Ma dopo il buio c’è sempre l’alba. E così un dolore può aprire la strada alla gioia. E il veleno trasformarsi in medicina. Di qui il titolo dell’opera: Assenzio. Con questo libro stampato dalla casa editrice toscana Rue de la Fontaine, Maria Giusti giunge alla sua quinta pubblicazione. Le sue poesie sono state premiate in diversi concorsi letterari, nazionali e internazionali. Questa passione è nata in un momento particolare della sua vita. E da allora la poesia non lasciata più.

Potrebbe interessanti anche:

A Civitanova torna la “coppa” con carne e patate

Il 19 e 20 agosto a Civitanova del Sannio torna l’evento “Carne e patate sott alla coppa”.…