Franco Mastrodonato, portavoce del comitato spontaneo di protesta

Riconsegna delle tessere elettorali; attraversamento lento della Trignina – da concordare con le autorità – per richiamare l’attenzione sul problema della viabilità non solo a Bagnoli del Trigno, ma anche nel resto dell’Alto Molise. Sono queste le due principali decisioni prese al termine dell’assemblea pubblica organizzata proprio per affrontare con decisione il problema delle strade chiuse o ridotte ai limiti della praticabilità dalle frane e da una manutenzione non sempre efficace. Il caso di Bagnoli è uno dei più eclatanti: tutte le vie di accesso al paese sono chiuse o in larga parte compromesse dai dissesti. Ma anche negli altri paesi la situazione è disastrosa. Non a caso all’incontro erano presenti anche agli amministratori comunali di Civitanova del Sannio, Duronia e Salcito, oltre naturalmente a quelli di Bagnoli e ai rappresentanti di comitati provenienti da Agnone e Poggio Sannita. Ma questa non è stata l’unica decisione della serata. Ora l’obiettivo è quello di organizzare un’assemblea pubblica che permetta ai cittadini di confrontarsi con le massime istituzioni regionali. Quello delle strade, infatti, non è di certo l’unico problema che i cittadini altomolisani loro malgrado sono costretti ad affrontare ogni giorno

Potrebbe interessanti anche:

Covid, 10 positivi e un nuovo ricovero al Cardarelli. Ci sono anche 11 persone guarite

Dieci nuovi contagi ed un nuovo ricovero in Malattie infettive. Sono i dati dell’ultimo bo…