Home Attualità Macchiagodena. Nuovo libro di Nadia Verdile dedicato alle regine del Regno di Napoli

Macchiagodena. Nuovo libro di Nadia Verdile dedicato alle regine del Regno di Napoli

Nel castello medievale di Macchiagodena, sede del network Borghi della Lettura, è stato presentato il libro “Regine. Spose bambine, eroine e sante dall’Europa alla corte di Napoli”, della giornalista e scrittrice Nadia Verdile, originaria di Macchiagodena, edito da Pacini Fazzi di Lucca. Nel volume parla di Maria Amalia di Sassonia a Maria Sofia di Baviera, passando per Maria Carolina, Lucia Migliaccio, Julie Clary, Carolina Bonaparte, Maria Clementina d’Asburgo, Maria Isabella di Borbone, Maria Cristina di Savoia, Maria Teresa d’Asburgo Teschen. Dieci donne, dieci protagoniste della storia di un Regno. Nadia Verdile vive e lavora a Caserta ma ha il suo cuore e le sue radici a Macchiagodena, dove ha casa e affetti. Questo suo ultimo libro è stato insignito del premio nazionale Mino De Blasio «Dei re di Napoli – ha spiegato Nadia Verdile – si sa tanto, tanto è stato scritto ma delle regine, di quelle che hanno accompagnato non solo la loro vita ma anche la loro politica di governo, si conosce assai poco, qualche volta niente. Era un vuoto che andava colmato. Questo lavoro, risultato di lunghe ricerche, non ha l’intento di diventare strumento per studi accademici. Il libro si propone come un’occasione per conoscere più da vicino le dieci sovrane che hanno vissuto e governato, chi più chi meno, nel periodo borbonico. Presentarlo nel castello dove da piccola giocavo, ospite della famiglia De Salvio allora proprietaria, è un’emozione intensa ma ancora più intensa è la gioia di riabbracciare la mia gente».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Coronavirus, 6 nuovi positivi su 504 tamponi processati. Scendono i ricoveri e nessuno più in Terapia Intensiva, da registrare anche altri guariti

Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Molise, a fronte di un significativo aumento…