Tutti insieme per una missione importante, se non vitale per il Molise, quella di riportare a Strasburgo, per la quarta volta al parlamento europeo, Aldo Patriciello, europarlamentare uscente di Forza Italia. Il partito di Berlusconi e lo staff organizzativo del politico molisano hanno fatto le cose in grande, ieri a Vinchiaturo, riempendo la sala convegni delle Cupolette. E Forza Italia punta decisamente sulla riconferma di Patriciello, con la  forza di una storia politica ed elettorale di successo, che non teme confronti, come conferma la coordinatrice regionale Annaelasa Tartaglione. Ma non è solo il partito Forza Italia a puntare su Patriciello, è la stessa governance regionale che considera vitale ed essenziale la conservazione del collegamento diretto tra il Molise e la Comunità europea, attraverso la conferma di un molisano nel parlamento di Strasburgo. Ed è un Aldo Patriciello pieno di grinta e determinato, quello che ha nelle vele l’appoggio del partito e della Regione, ma che sente sulle spalle il peso dei mille problemi e delle mille emergenza di un sud che continua a reclamare più ascolto in Europa e che può ottenerlo solo se ben rappresentato ai massimi livelli, con l’eurodeputato molisano che disegna scenari macroeconomici e geopolitici, dimostrando la sua precisa conoscenza delle alleanze e degli schieramenti possibili nel parlamento di Strasburgo.

Potrebbe interessanti anche:

Elezioni Politiche, a Trivento oltre il 55% dei votanti è di centrodestra. Primo partito Fratelli d’Italia con quasi il 26% degli elettori a seguire Forza Italia. Il 18% dell’elettorato al centrosinistra, 13% Movimento 5 stelle

Sono stati in totale 1.981 gli elettori che si sono recati alle urne di via Acquasantianni…