Home Attualità Comunali Termoli: Roberti già al lavoro per sfidare Sbrocca. Fermento tra le civiche, possibile alleanza dei 5 Stelle

Comunali Termoli: Roberti già al lavoro per sfidare Sbrocca. Fermento tra le civiche, possibile alleanza dei 5 Stelle

firma dei coordinatori di Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia è arrivata dopo diversi incontri tra i partiti, dovuti alle difficoltà di trovare la quadra anche su Campobasso. Per l’ingegnere che insegna all’Industriale di Termoli, eletto sempre come consigliere nelle ultime quattro amministrazioni, si tratta “della giusta ricompensa per il lavoro svolto in questi anni e per la fedeltà costante a Forza Italia” ha dichiarato a Telemolise. “Sono orgoglioso e lusingato di poter rappresentare la coalizione e ringrazio i partiti per la fiducia che mi hanno dato” ha aggiunto. Cinque o sei le liste che sosterranno Roberti, tre dei partiti e le restanti civiche. Sono giorni frenetici anche sul versante del centrosinistra dove ormai appare certa la ricandidatura di Angelo Sbrocca che avrebbe in appoggio almeno sei liste. Tentavi di ricucitura con le altre anime della sinistra sarebbero in corso, ma dalla parte di LiberaTermoli e dunque di Paolo Marinucci e di Daniele Paradisi, le porte sono ormai chiuse da tempo. Loro stanno lavorando a un progetto civico e al nome di un candidato sindaco fuori dagli schemi, che sarebbe appoggiato da tre liste e il cui nome verrà ufficializzato giovedì. Paradisi e Marinucci hanno avuto contatti anche con il Movimento Cinque Stelle che sta cercando alleanze con le civiche. Una collaborazione sarebbe ben vista da entrambe le parti, ma ci sarebbero delle rigidità, difficili da sciogliere, come ad esempio sull’imposizione da parte dei pentastellati del programma e del candidato sindaco, in questo caso Nick Di Michele. Paradisi e Marinucci sono pronti a dialogare, ma solo se ci sarà condivisione su candidato e programma. C’è poi la sinistra più estrema con la Casa del Popolo che correrà da sola e a giorni farà il nome del proprio capolista. Ha invece ufficializzato da giorni la sua partecipazione alla competizione elettorale Remo Di Giandomenico, già sindaco per numerosi mandati tra gli anni ‘80 e ‘90 e l’ultima volta eletto nel 2002. Solo così ci sono 5 o 6 candidati per lo scranno di palazzo Sant’Antonio. Resta però un certo fermento civico sullo sfondo, soprattutto tra i moderati, compresa l’area popolare e non è escluso che ci possano essere delle sorprese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Domenica a San Pietro Avellana torna la Fiera del tartufo nero, tante le novità

Domenica prossima, 9 agosto, San Pietro Avellana celebra il mondo del tartufo con un inedi…