Home Attualità Isernia, d’Apollonio nomina il suo ottavo assessore: è Linda Dall’Olio di “Isernia migliore”
Attualità - Evidenza - QD - 4 Aprile 2019

Isernia, d’Apollonio nomina il suo ottavo assessore: è Linda Dall’Olio di “Isernia migliore”

Come ampiamente preannunciato sarà Linda Dall’Olio, consigliere comunale di “Isernia Migliore”, il nuovo assessore dell’esecutivo comunale guidato da Giacomo d’Apollonio. Una scelta figlia della nuova maggioranza creatasi a Palazzo San Francesco e venuta fuori nel corso dell’ultimo Consiglio comunale, quando il gruppo consiliare vicino all’assessore regionale Roberto Di Baggio ha votato a favore della pregiudiziale sulla presidenza del Consiglio in difesa di Lombardozzi. Del resto, lo stesso sindaco aveva annunciato proprio a Telemolise che il suo giro di consultazioni era finito e avrebbe deciso su un eventuale allargamento della giunta solo dopo dimostrazioni evidenti di sostegno della maggioranza.

E la dimostrazione di fedeltà c’è stata e sotto gli occhi di tutti, con il gruppo di Isernia Migliore, che ha aiutato il sindaco a superare lo scoglio Lombardozzi, su cui d’Apollonio stava per andare in crisi.

Linda Dall’Olio, un passato nelle file del Partito Democratico, fu eletta consigliera comunale nella lista Isernia Prima di tutto, a sostegno della candidata sindaco Rita Formichelli. Poi la ”conversione”, con l’adesione al gruppo Isernia Migliore e con la nomina ad assistente parlamentare della deputata Annaelsa Tartaglione di Forza Italia. Oggi l’ingresso in giunta, dove rappresenterà proprio la posizione politica della Tartaglione e di Roberto Di Baggio. Linda Dall’Olio decadrà dalla carica di consigliere comunale e al suo posto subentrerà Giuseppina Melaragno, volto storico della sinistra isernina e del Pd, prima dei non eletti della lista “Isernia prima di tutto”.

Resta a mani asciutte, invece, il gruppo consiliare della Lega, altra stampella dell’amministrazione comunale sul caso Lombardozzi, che non ha ottenuto nessun assessorato, e resta fuori dalla giunta il gruppo dei Popolari di Vincenzo Niro e Gianni Fantozzi che, coerentemente a quanto ha sempre dichiarato, ha rifiutato l’ingresso nell’esecutivo.

Non l’ha presa bene Raimondo Fabrizio, storico rappresentante di Forza Italia in consiglio comunale, ma fedele al suo mandato elettorale, che resta in minoranza insieme a Mena Calenda e commenta amaro: «Non ho nulla a che fare con questa maggioranza e con questa amministrazione di centrodestra che da ora in poi avrà un’esponente, la Dall’Olio, che vorrei ricordare è stata eletta nel centrosinistra».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Bojano – Una quindicina di alunni positivi, il sindaco Ruscetta chiude l’istituto comprensivo

Il dato nuovo, decisamente allarmante, arriva da Bojano, dove nelle ultime ore sono risult…