I lavori di messa in sicurezza dell’ex centro anziani Sabino d’Acunto, seppure in ritardo, sono stati ultimati. Ma ad oggi ancora non si sa quando gli alunni di sette classi dell’istituto comprensivo Giovanni XXIII di Isernia potranno cominciare a fare lezione nella struttura rimessa a nuovo. I genitori temono che la data prevista per l’apertura possa slittare ulteriormente, per questo il consiglio d’istituto ha deciso di far sentire nuovamente la propria voce, di stimolare l’amministrazione comunale affinché dica con certezza quando si potrà procedere con il trasferimento degli alunni nell’edificio che era stato assegnato loro all’inizio dell’anno scolastico. In attesa di novità da Palazzo San Francesco, i ragazzi continuano a far lezione a San Lazzaro, nell’edificio azzurro e nei locali messi a disposizione dalla parrocchia di San Giuseppe Lavoratore. In questi mesi hanno sopportato molti disagi. E con l’arrivo del caldo la situazione potrebbe peggiorare, anche per questo motivo i genitori si augurano che l’ex centro anziani apra al più presto. In fondo si tratta solo di pulire e disinfettare i locali.

Potrebbe interessanti anche:

Inclusione, iniziativa Associazione persone down e Dynamo Camp a Campobasso

L’inclusione rende il mondo più colorato e un mondo colorato è più bello. Un concett…