34.9 C
Campobasso
venerdì, Giugno 21, 2024

Isernia-Castel di Sangro. Lotto zero, nuovo esposto dell’associazione Caponnetto

AttualitàIsernia-Castel di Sangro. Lotto zero, nuovo esposto dell'associazione Caponnetto

Far riaprire le inchieste delle Procure di Roma e Campobasso, chiedendo nuovi approfondimenti investigativi sulle decisioni e gli atti legati alla realizzazione del Lotto Zero. Portare la vicenda all’attenzione della presidenza del Consiglio dei ministri e del ministro delle infrastrutture Toninelli. Sono i due obiettivi che intende raggiungere l’associazione Caponnetto, ancora una volta in campo con un esposto per contrastare il progetto che prevede un collegamento tra la superstrada Isernia-Castel di Sangro e il bivio di Pesche. Questa opera non ha alcuna utilità pubblica – hanno più volte sottolineato coloro che si oppongono al lotto zero – ed è ritenuta dannosa sotto il profilo ambientale e paesaggistico, interferendo tra l’altro con le sorgenti di San Martino. Ma anche sotto il profilo erariale ci sono delle perplessità, visto che il costo già si attesta a circa 4 milioni di euro per la sola progettazione, mentre si arriva a circa 170 milioni – ha ribadito l’associazione Caponnetto – per realizzare appena cinque chilometri di strada, con ben sette-otto viadotti e due gallerie. Né convince la giustificazione secondo la quale l’opera servirebbe a velocizzare il collegamento tra Isernia e Castel di Sangro e a decongestionare il traffico su Isernia Nord. Venerdì pomeriggio intanto, il Comitato No Lotto Zero organizzerà un incontro all’ex lavatoio proprio per parlare del documento indirizzato alle autorità nazionali, regionali e locali, affinché ridiscutano la scelta di indirizzo politico di un’opera ritenuta inutile e di valutare l’ipotesi di annullare il procedimento sulla base delle presunte illegittimità evidenziate dal comitato.

Ultime Notizie