Una giornata molto apprezzata dai detenuti dell’istituto di pena di Ponte San Leonardo. Oltre ad aver avuto l’opportunità di godersi i canti dell’Isernia Gospel Choir, hanno ricevuto anche un regalo per chiudere con un sorriso le festività natalizie. L’arrivo della “Befana in carcere” è stato organizzato dal Lions Club di Isernia, in collaborazione con la pastorale carceraria e l’amministrazione comunale. Questo evento ha trovato terreno fertile nel carcere di Isernia, perché ha permesso di coniugare due elementi fondamentali del trattamento penitenziario: la possibilità di coltivare interessi culturali e la partecipazione della Comunità esterna all’opera riabilitativa. Un presenza ancor più apprezzata in un periodo, quello del Natale, in cui la mancanza della famiglia inevitabilmente si fa sentire di più. Al processo di riabilitazione del detenuto dà un contributo importante anche la Caritas diocesana, mettendo a disposizione diversi servizi, dallo sportello legalità alla formazione finalizzata all’inserimento lavorativo.

Potrebbe interessanti anche:

La Molisana acquista anche i locali tecnici dell’ex Zuccherificio

Era rimasto invenduto solo il lotto numero 3 dei 4 dell’ex Zuccherificio e oggi Past…