di GIOVANNI MINICOZZI

Il cartello che segna il confine tra la Puglia e il Molise è invaso dalle erbacce. Un biglietto da visita, posto all’altezza del ponte sul fiume Fortore tra Casalnuovo Monterotaro e Colletorto, che lascia solo immaginare lo stato della strada sul fronte molisano.

Sono immensi i disagi per la viabilità lungo la Provinciale 73 che collega il paese, oggi commissariato, ai centri della provincia di Foggia.

Una situazione sempre più insostenibile che si riflette sulla già debole economia locale e va a penalizzare la viabilità dell’intero territorio.

Parte della strada è infatti chiusa al traffico e devastata da una frana che risale addirittura a tredici anni fa. Da allora nulla è cambiato e nessun intervento è stato realizzato lungo l’arteria che conduce, peraltro, al bivio per Carlantino e alla diga di Occhito.

Il fondo stradale è stato inghiottito dal dissesto e impedisce, di fatto, i collegamenti anche tra le contrade.

Non solo. Dalla storica casa cantoniera fino al ponte sul Fortore le condizioni dell’asfalto sono disastrose. Frane, fossi, avvallamenti, voragini e altri ostacoli di percorso hanno letteralmente devastato la vecchia provinciale. Un quadro assurdo e desolante che da tempo solleva le proteste dell’intera comunità in assenza di un intervento concreto che si è fatto sempre più necessario.

Una questione di vera e propria sopravvivenza per il Comune di Colletorto e per i centri limitrofi. Della vicenda si è interessato il portavoce di Fratelli d’Italia, Cosimo Mele, che ha raccolto decine di segnalazioni tra i residenti: 

I disagi sono immensi e riguardano l’agricoltura, gli imprenditori, le aziende, gli allevamenti e tutti coloro che più volte devono percorrere questo tratto di strada per portare i prodotti in Puglia e si trovano ad affrontare questa situazione inaccettabile

Cosimo Mele ha rivolto un accorato appello alle istituzioni:

Rivolgo questo appello al Presidente della Giunta regionale, Donato Toma, al Presidente della Provincia di Campobasso, Antonio Battista, alla delegazione parlamentare molisana, a tutta la classe dirigente: non ci abbandonate. Qui è necessario un intervento urgente e non solo in un tratto ma su tutta la strada che rappresenta l’unico collegamento con la Puglia e versa in uno stato disastroso. Non ci abbandonate!“.

 

 

 

Potrebbe interessanti anche:

Diocesi di Trivento, 60esimo della professione religioso-missionaria di Padre Antonio Germano

Diocesi di Trivento, 60esimo della professione religioso-missionaria di Padre Antonio Germ…