Tricolori al vento, canti, balli e tanto entusiasmo. Per la doppia inaugurazione ufficiale del nuovo polo scolastico di via Umbria e di quello della San Pietro Celestino in località Acqua solfurea l’istituto comprensivo San Giovanni Bosco ha fatto le cose in grande. Un modo gioioso per sottolineare il grande obiettivo raggiunto, quella di mettere a disposizione dei ragazzi delle scuole davvero sicure. Ma questo – ha commentato il sindaco d’Apollonio – deve essere solo un punto di partenza. In effetti c’è un problema da risolvere subito. Ed è quello delle sette classi dell’istituto comprensivo Giovanni XXIII: ancora fanno lezione a San Lazzaro, tra mille disagi. Questioni burocratiche hanno rallentato l’iter per la messa in sicurezza dell’ex centro anziani, ma entro Natale i lavori inizieranno, ha assicurato il primo cittadino. Il secondo taglio del nastro della giornata in località acqua solfurea, nella struttura comunale che da qualche mese ospita gli alunni della San Pietro Celestino. Una sistemazione eccellente, ma ora tocca potenziare i trasporti, ha detto il dirigente scolastico Di Sanza.

Potrebbe interessanti anche:

Elezioni Politiche, a Trivento oltre il 55% dei votanti è di centrodestra. Primo partito Fratelli d’Italia con quasi il 26% degli elettori a seguire Forza Italia. Il 18% dell’elettorato al centrosinistra, 13% Movimento 5 stelle

Sono stati in totale 1.981 gli elettori che si sono recati alle urne di via Acquasantianni…