Un uomo, dopo il decesso del padre, va all’ufficio postale di un altro comune e preleva una somma di denaro dal conto del defunto, di cui aveva la delega, ma un altro erede lo denuncia. Dallo sviluppo delle indagini dei Carabinieri si accerta che effettivamente l’ammanco di denaro è avvenuto in data successiva alla morte del titolare del conto. I dipendenti dell’ufficio postale non lo fermano perché ignari del decesso dell’uomo, ma a quel punto il parente che aveva diritto a parte dell’eredità si sente leso nei sui diritti e fa scattare le indagini che portano alla denuncia del congiunto per appropriazione indebita.

Isernia. Tutela salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, denunce e sanzioni dei Carabinieri
Nell’ambito dell’attività di monitoraggio finalizzata alla tutela della salute e della sicurezza sui luoghi di lavoro, reparti territoriali del Comando Provinciale Carabinieri di Isernia, personale del Nucleo Ispettorato del Lavoro e militari del Gruppo Carabinieri Forestale hanno eseguito controlli presso imprese operanti nel settore della raccolta e smaltimento dei rifiuti. I militari, durante i controlli effettuati tra Isernia e altri comuni della provincia hanno segnalato una persona alla competente Autorità Giudiziaria. Le violazioni accertate vanno dalla irregolarità nella custodia dei documenti di valutazione dei rischi, alla mancata effettuazione della visita medica di idoneità per le mansioni svolte. Contestate anche sanzioni amministrative per un importo complessivo di oltre quattromila euro.

Potrebbe interessanti anche:

La termolese Grazia Lecce campionessa europea bikini fitness

Grazia Lecce è di Termoli. È lei la campionessa europea bikini fitness over 40. Un risulta…