Continua a far parlare sia a livello nazionale sia internazionale l’incontro sulle fake news promosso dal neuromed durante la notte europea dei ricercatori. L’istituto di Pozzilli ha infatti conquistato le pagine del sole 24 ore proprio grazie ai suoi progetti legati alla corretta comunicazione. Dopo l’incontro di Caserta – dedicato per l’appunto alle bufale che sul web creano false aspettative nei pazienti – il Neuromed ha voluto dare un seguito a questa iniziativa, avviando un nuovo progetto. Che è quello che prevede la creazione di una vera e propria scuola per formare esperti in comunicazione scientifica, hanno confermato sia il presidente della fondazione Neuromed, Mario Pietracupa al noto quotidiano economico, sia il presidente dell’istituto di ricerca, Giovanni de Gaetano. L’idea – ha spiegato – è quella di una summer school per formare professionisti che sappiano comunicare in maniera corretta le novità provenienti dal mondo della ricerca. Nel frattempo continuano le collaborazioni anche a livello internazionale. Un tema molto caro al Neuromed. Sin dall’inizio della sua lunga attività l’istituto di ricerca molisano ha puntato molto sulla condivisione delle nuove conoscenze, dando tra l’altro un contributo determinante alla lotta di numerose malattie. Molto promettente, da questo punto di vista, anche il recente rapporto di collaborazione avviato con un’importante università della Cina, imperniato sulla pet digitale, ossia la diagnostica per immagini.

Potrebbe interessanti anche:

Covid: 143 nuovi positivi, un ricovero e 224 guariti

I dati Covid adesso con il bollettino dell’Asrem. Sono 143 i nuovi positivi riscontrati in…