Anche quest’anno la Scuola media “Andrea d’Isernia” ha aderito con convinzione a Libriamoci, l’iniziativa organizzata dal Centro per il libro e la lettura – in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione – con l’obiettivo fare della lettura un veicolo di crescita sociale e culturale. A ispirare il progetto “Tra le righe del tempo”, coordinato dalla docente Marilena Ferrante, l’Anno europeo del patrimonio culturale 2018. Uno vero e proprio stimolo alla riscoperta della bellezza e del valore della nostra arte, del paesaggio, dei monumenti e di tutto ciò che consideriamo cultura. In questi giorni i ragazzi hanno incontrato la scrittrice e giornalista Emiliana Erriquez che ha presentato il suo libro “A metà del sonno”, ispirato dal crollo di una palazzina; il filosofo Francesco Giampietri, curatore dell’antologia molisana “Cartoline dalla terra che forse esiste”; e la giornalista e scrittrice Nadia Verdile, autrice della biografia di Matilde Serao, donna di grande personalità e spiccata intelligenza.

Potrebbe interessanti anche:

Covid, scende la curva del contagio. Intanto Toma approva il decreto che prevede 50 milioni del Por

Non accadeva da settimane: numero di casi inferiore a 100 e tasso di positività che scende…