Salvo imprevisti, i disagi per gli alunni dell’istituto comprensivo Giovanni XXIII dovrebbe finire alla fine gennaio, al più tardi agli inizi di febbraio. Il Comune di Isernia ha infatti dato il via libera definitivo al progetto che prevede la messa a norma dell’ex centro anziani di via Umbria, destinato ad accogliere le 7 classi che attualmente stanno facendo lezione a San Lazzaro, divisi tra i locali messi a disposizione dalla parrocchia di San Giuseppe Lavoratore e le tre aule rimediate nell’edificio azzurro. É stato proprio il sindaco Giacomo d’Apollonio a rassicurare i genitori, in costante contatto con i vertici e la struttura tecnica di Palazzo San Francesco. L’ufficio che sta seguendo l’iter ha previsto 60 giorni di tempo per effettuare i lavori, per i quali è stata stanziata una somma di circa 150mila euro. Ora bisogna procedere con l’assegnazione dell’appalto. Cominciare a fare lezione al più presto all’ex centro anziani per i genitori degli alunni dell’istituto comprensivo Giovanni XXIII è la priorità. Ma al Comune chiedono un altro piccolo sforzo per garantire maggiore sicurezza ai loro figli durante gli spostamenti dal centro al quartiere San Lazzaro. Chiedono che sulla bus – sul quale viaggiano circa 50 studenti – ci sia un accompagnatore. A maggior ragione perché si tratta di bambini di età compresa tra gli 8 e i 10 anni. Per ora il tempo è stato clemente, ma la situazione con l’approssimarsi dell’inverno potrebbe peggiorare.

Potrebbe interessanti anche:

Elezioni Politiche, a Trivento il 55% dei votanti è di centrodestra. Primo partito Fratelli d’Italia con quasi il 24% degli elettori a seguire Forza Italia. Il 18% dell’elettorato al centrosinistra, 13% Movimento 5 stelle

Sono stati in totale 1.981 gli elettori che si sono recati alle urne di via Acquasantianni…