13 C
Campobasso
giovedì, Febbraio 29, 2024

Fondi europei, la ministra Lezzi promette proroga per non perdere neanche un euro. Finanziaria, 34% fondi Anas e Rfi al Sud

AperturaFondi europei, la ministra Lezzi promette proroga per non perdere neanche un euro. Finanziaria, 34% fondi Anas e Rfi al Sud
di GIOVANNI MINICOZZI
Incontro positivo tra la Ministra del Mezzogiorno, Barbara Lezzi, e il presidente della Regione, Donato Toma, sull’utilizzo dei fondi comunitari in scadenza il 31 dicembre. “Chiederò una proroga per non perdere le risorse destinate al Molise – ha promesso la ministra – dobbiamo verificare qualche criticità anche con la Commissione europea alla quale chiederemo una deroga rispetto alla scadenza per non dover rinunciare a dei progetti più complessi e utili per il Molise. È chiaro che in questo momento io mi ritrovo a dover accelerare la spesa e sono al Governo da poco di più tre mesi, così come anche il Presidente sconta una vecchia programmazione. Noi faremo leva su questo aspetto ma, soprattutto, sul fatto che questi progetti hanno un elevato grado di efficacia per i cittadini del Molise e noi ci auguriamo che la Commissione europea prenda atto di questo e del recente terremoto più che della burocrazia. Il mio ministero si occupa di dare un supporto alle regioni e ai comuni che devono utilizzare fondi europei. Ricordo che il ministero non entra nella programmazione delle Regioni perché è una prerogativa delle Regioni stesse che poi verranno chiaramente premiate o punite dagli elettori. Io sono qui perché nessun euro venga perso, ma ci sono delle gravi colpe da parte di chi non è riuscito a utilizzarle, e mi aspetto da tutti i presidenti delle Regioni del sud la massima collaborazione. Ognuno di noi si deve spogliare della sua veste politica, del suo colore politico perché noi dobbiamo pensare al benessere dei cittadini del sud che rischiano di perdere purtroppo delle risorse perché la Commissione ha in mente dei nuovi criteri e quindi dobbiamo unirci e pensare al bene del nostro Paese. Fino ad ora e in molte regioni da parte dì tutta la politica c’è stata una gestione purtroppo negligente dei fondi europei. Quindi molto spesso si è arrivati a ridosso delle scadenza senza aver fatto le opportune progettazioni” – ha dichiarato Barbara Lezzi, esponente del Movimento 5 Stelle.
Sul tema della viabilità stradale e ferroviaria la Ministra del Mezzogiorno ha annunciato che nella prossima manovra finanziaria chiederà di riservare il 34% degli investimenti di Anas e ferrovie per le regioni del sud d’Italia.
Nelle regioni meridionali c’è una carenza infrastrutturale atavica. Come pensa di risolverla?
Ho proposto con la prossima legge finanziaria di assegnare il 34% degli investimenti di Anas e RFI alle regioni del Sud. Non è tollerabile questo gap infrastrutturale che limita lo sviluppo. Sono venuta qui in macchina perché il treno non si può usare. Questo è inaccettabile” – ha concluso la Ministra.
Soddisfatto il Presidente Toma al quale non si può addebitare il ritardo della spesa dei fondi europei pregressi, ritardo causato dalla cattiva gestione del Governo Frattura.
Nel corso della sua visita in Molise la Ministra ha trovato il tempo per incontrare i consiglieri regionali e i Parlamentari del M5s che, a seguire, l’hanno accompagnata, insieme al Governatore, nella visita Istituzionale in alcuni comuni colpiti dal recente terremoto. Peraltro, dopo un mese, è la prima volta che un Ministro si reca nelle zone colpite dal sisma.
Paradossalmente, però dalla visita è stato escluso il comune di Montecilfone, epicentro del terremoto, forse per evitare probabili manifestazioni di protesta da parte dei cittadini e del sindaco, Franco Pallotta, il quale ha preannunciato una lettera aperta al Ministro Barbara Lezzi.

Ultime Notizie