Home Attualità Isernia. Scuola dell’infanzia, slitta la firma del contratto: i bambini restano a Miranda
Attualità - Evidenza - Isernia - Provincia di Isernia - QD - 4 Settembre 2018

Isernia. Scuola dell’infanzia, slitta la firma del contratto: i bambini restano a Miranda

Per la scuola dell’infanzia della San Giovanni Bosco il nuovo anno comincerà dove era finito. E cioè nell’area Pip di Miranda. Il Comune di Isernia nei mesi scorsi aveva individuato un edificio privato in via Berta, ma il contratto ancora non è stato firmato. “L’accordo è ormai vicino e dovrebbe chiudersi su una cifra che si aggira intorno ai 110mila euro anni – ha detto l’assessore comunale all’istruzione Sonia De Toma – dopodiché partiranno i lavori di adeguamento”. Probabilmente i bambini resteranno a Miranda fino a Natale, ma l’augurio dell’assessore è che i locali vengano messi a disposizione entro un mese dalla stipula del contratto. Tutto come previsto, invece, per gli studenti dell’Andrea d’Isernia e per buona parte degli alunni della primaria San Giovanni Bosco. Il trasloco nel nuovo edificio realizzato nel quartiere San Leucio può infatti considerarsi cosa fatta. Mentre per i ragazzi dell’istituto Cuoco si prospetta un ritorno a casa. Da giovedì 13 settembre torneranno a fare lezione nella storica sede di via Berta. Lo ha assicurato il presidente della Provincia Lorenzo Coia. Manca solo qualche ritocco, ma per l’inizio del nuovo anno – ha spiegato – gli studenti avranno a disposizione una scuola completamente rinnovata e agibile. I problemi che riguardano gli istituti superiori della città, tuttavia, sono tutt’altro che risolti, è il parere del comitato scuole sicure per Isernia, che per l’ennesima volta chiede a Coia di mostrare la documentazione che riguarda tutti gli edifici. A partire dal Fermi. Per ora l’unica novità è questa: entro il mese prossimo – hanno spiegato i consiglieri Cristofaro Carrino e Mike Matticoli – si procederà con la verifica di vulnerabilità sismica e progettazione di lavori di adeguamento sismico degli edifici scolastici di competenza. Saranno monitorati il liceo artistico Manuppella e l’Itis Mattei di Isernia, lo scientifico Giovanni Paolo I di Agnone e il classico Giordano di Venafro.

Potrebbe interessanti anche:

Covid a Capracotta: positivi alcuni dipendenti comunali

Il Covid-19 sta continuando a colpire duramente l’intero territorio dell’Alto …