di ANNA MARIA DI MATTEO

300 milioni di euro: a tanto ammonta la somma a disposizione dei comuni per la messa in sicurezza di edifici e territorio. L’Anci si era rivolta al precedente Governo nazionale affinché azzerasse il bando e la relativa graduatoria per il finanziamento degli interventi. A distanza di poco tempo dalla richiesta, il competente ministero ha provveduto ad emanare un nuovo bando al quale i Comuni potranno rispondere entro il prossimo 20 settembre. Ciascuna amministrazione potrà presentare un solo progetto per un importo complessivo di 5 milioni 225mila. Un provvedimento salutato con favore dal presidente dell’Anci Molise, Pompilio Sciulli, secondo il quale arriva in un momento in cui in Molise c’è attenzione massima sullo stato di strade e ponti. “Peccato che i criteri siano rimasti gli stessi del primo bando – ha dichiarato – assurdi e dannosi perché vengono premiati i Comuni con maggior deficit”. Sciulli ha ricordato come dal primo bando siano state escluse dalla graduatoria tutte le amministrazioni con un bilancio solido e senza criticità. L’Anci aveva perciò chiesto una revisione del provvedimento ma la richiesta è caduta nel vuoto. “E’ grave non essere stati ascoltati – ha proseguito Sciulli – I Comuni si sentono ancora una volta presi in giro. La soluzione – ha concluso il presidente– è una sola: non pubblicare il bando sulla Gazzetta ufficiale e rivedere tutto il sistema.

L’Anci Molise, da sempre capace di rappresentare territori fragili, che hanno bisogno di manutenzione e interventi per la mitigazione del rischio sismico, torna a chiedere al ministero buonsenso, sussidiarietà e vicinanza ai problemi delle istituzioni”. Un appello rivolto al Governo affinché regioni come il Molise, il cui territorio è interamente esposto a fenomeni di dissesto a al rischio sismico abbiano la possibilità di poter garantire la sicurezza ai propri cittadini.

Potrebbe interessanti anche:

Maria Luisa Forte sarà la candidata sindaco di Campobasso per la coalizione progressista

La coalizione progressista costituita da PD, M5S, Alleanza Verdi e Sinistra, Socialisti, M…