Sono due le Procure che indagano sulle presunte condizioni di sfruttamento dei dodici braccianti africani morti una settimana fa in un incidente stradale in provincia di Foggia mentre tornavano dal lavoro nei campi. Come riporta una agenzia Ansa: “All’ipotesi di caporalato stanno lavorando i magistrati di Foggia e Larino. I primi sono competenti perché in quel territorio è avvenuto l’incidente mortale nel tragitto tra il luogo di lavoro e il posto in cui i migranti vivevano. I secondi perché proprio Molise ha sede l’azienda agricola per la quale lavoravano la maggior parte delle vittime”. Sarebbero tre gli indagati della Procura di Larino stando alle prime informazioni.

Potrebbe interessanti anche:

La telemedicina una vera opportunità per la salute in Molise: questo il tema della quinta Agorà organizzata dal Pd Molise

“La telemedicina è un ottimo strumento per l’assistenza sanitaria territoriale straordinar…