Sono partiti anche dal Molise e precisamente da Campomarino, dove avevano passato una giornata di lavoro nelle campagne alcuni dei 12 braccianti di origini africana morti in uno scontro violentissimo con un tir che trasportava farinacei (foto tratte da Foggiatoday.it). L’incidente, sulla statale 16 al bivio di Ripalta in territorio di Lesina. Una carneficina. Le vittime erano stipate in un furgoncino di otto posti con targa bulgara. Due sono sopravvissuti e sono feriti. Come ferito è anche il conducente del tir, l’unico che finora ha potuto raccontare gli attimi del tremendo frontale, con il furgoncino diretto a sud e che ha invaso improvvisamente la corsia opposta, chissà se per un malore o un colpo di sonno. Solo sabato un incidente con la stessa dinamica a Castelluccio dei Sauri, sempre in Puglia dove sono morti 4 braccianti, anche loro di origine africana. Del caso si occupa il Procuratore di Foggia Ludovico Vaccaro, che per diversi anni ha guidato la Procura di Larino. Due le inchieste: una che riguarda la dinamica dell’incidente e l’altra sul caporalato. “Stiamo cercando di individuare le aziende in cui hanno lavorato gli immigrati – ha dichiarato all’Ansa il procuratore, per verificare le eventuali condizioni disumane di lavoro. Si stanno verificando gli orari per capire se c’è stato sfruttamento e intermediazione”. Sette in tutto le imprese individuate, una a Campomarino e le altre sei nella provincia di Foggia. I primi controlli nell’azienda molisana sono stati già effettuati dai carabinieri di Campomarino e non è escluso che dell’inchiesta possa occuparsene anche la Procura di Larino. Intanto oggi proprio a Foggia sono arricati il premier Conte e il ministro dell’Interno Salvini per un incontro in Prefettura. E per domani è previsto uno sciopero dei braccianti di colore che lavorano in condizioni difficili e con una paga da fame. Una marcia pacifica che partirà dalle campagne del foggiano e che terminerà davanti alla Prefettura. Alle 18 invece è prevista una manifestazione organizzata dalle sigle sindacali che partirà dal piazzale della stazione di Foggia per proseguire fino a Piazza Cesare Battisti dove ci saranno gli interventi. La deputata di Leu del Molise Giuseppina Occhionero parteciperà insieme al collega Roberto Speranza. Anche la Cgil Abruzzo e Molise saranno presenti: “Diciamo basta alle morti sul lavoro in agricoltura, allo sfruttamento e al caporalato nelle campagne. Chiediamo alle Istituzioni di vigilare” scrivono dal sindacato.

Potrebbe interessanti anche:

Isernia – Disagi al Pronto soccorso, Pastore: lavoriamo in condizioni pericolose per noi e i pazienti

Disagi al Pronto Soccorso di Isernia dove si e’ formata una fila di 30 pazienti, alc…