Italo Testa, presidente del Forum per la Sanità Pubblica di qualità, non fa tanti giri di parole e va dritto al cuore del problema: “Quello che è avvenuto a Termoli non è un caso di mala sanità ma la cronaca di una morte annunciata”. Poi rincara la dose e nonostante l’afa di luglio un brivido di gelo scorre lungo la schina dei presenti alla conferenza stampa organizzata dal Forum per commentare la morte dell’uomo di Larino. “Verranno altri morti, ci saranno altri morti”, profetizza Testa, “il piano di emergenza-urgenza approntato da Frattura e dalla struttura sanitaria non garantisce i livelli essenziali di assistenza, ma a dirlo non simo noi del Forum ma il tavolo tecnico nazionale”. “Un piano costruito a tavolino – prosegue Testa – senza tener conto delle caratteristiche del territorio e in particolare della rete stradale fatiscente che, in questo caso, è stata fatale”. Una cattiva organizzazione, è questa la causa che a detta del Forum e di moltissimi osservatori è alla base di un caso che ha portato il Molise alla ribalta nazionale con tanto di ispettori inviati dal Ministero.

Insieme alla denuncia, il Forum passa all’azione. Per sabato prossimo 21 luglio, alle ore 19, è prevista a Larino una manifestazione che nell’arco di qualche giorno verrà replicata anche a Campobasso.

Ad inchiodare alla colonna infame la riforma sanitaria varata da Frattura c’è un dato drammatico. Anche in questo caso arriva dal Tavolo Tecnico. Il 26% dei molisani è costretto al ricovero fuori regione per casi acuti, quindi legati all’emergenza, a fronte di una media nazionale attestata sull’8%. Nei casi invece in cui si rimanga sul territorio, il tempo di intervento per l’emergenza-urgenza è di 21 minuti. Anche qui una media altissima. Anche qui, paradossalmente, il dato arriva da quel Tavolo Tecnico che ha imposto ai molisani regole draconiane e davanti al quale Frattura ha risposto sempre e solo con una parola: signorsì.

 

Potrebbe interessanti anche:

Maresca politico e magistrato, sarà in servizio a Campobasso

La decisione ha spaccato in due il consiglio superiore della magistratura. Destinazione Co…