C’è un buco nei conti della Regione, in particolare nel capitolo dei fondi destinati al trasporto regionale, in sostanza soldi che servono a finanziare gli autobus che ogni giorno collegano i cento e più comuni del Molise. Città e paesi che potrebbero restare isolati, senza più collegamenti. La denuncia, forte e inaspettata, è di Vincenzo Niro, assessore regionale ai trasporti che ne addebita tutte le responsabilità ai suoi predecessori del governo Frattura. Ora però bisogna trovare una soluzione urgente e Niro confida nelle doti e nella capacità di Donato Toma, super esperto di bilanci pubblici. Sarà lui che dovrà inventarsi qualcosa per far continuare a viaggiare i molisani.

Niro ha colto anche l’occasione per parlare anche dei trasporti ferroviari: “Indubbiamente quella dei trasporti su gomma è attualmente l’arteria principale di collegamento tra i centri del Molise e le altre realtà regionali e nazionali, ma esiste anche la rete ferroviaria, una rete che mostra i segni del tempo, inattiva tra Campobasso e Termoli e tra Campobasso e Benevento, con l’unica tratta che funziona – si fa per dire – tra il capoluogo regionale e Roma. Anche sulle ferrovie bisogna intervenire al più presto”.

Su questo punto c’era stato anche l’intervento di Vittorio Nola dei Cinque Stelle che aveva chiesto di attivare immediatamente il collegamento su treni elettrici tra Roccaravindola e Roma.

Potrebbe interessanti anche:

Elezioni Politiche, a Trivento oltre il 55% dei votanti è di centrodestra. Primo partito Fratelli d’Italia con quasi il 26% degli elettori a seguire Forza Italia. Il 18% dell’elettorato al centrosinistra, 13% Movimento 5 stelle

Sono stati in totale 1.981 gli elettori che si sono recati alle urne di via Acquasantianni…