Home Attualità Bandiera Blu: clamorosa esclusione di Termoli dopo 15 anni. Conferma per Campomarino

Bandiera Blu: clamorosa esclusione di Termoli dopo 15 anni. Conferma per Campomarino

Batosta Bandiere Blu per il Molise, dove solo un Comune per il 2018 ha ottenuto il prestigioso vessillo, garanzia di acque limpide e servizi per i turisti. Si tratta di Campomarino, che per il sesto anno farà sventolare le bandiere blu sulle sue spiagge. Clamorosa esclusione di Termoli, che dopo ben 15 anni di assegnazioni consecutive resta a bocca asciutta. Una doccia fredda per l’Amministrazione comunale che con molta probabilità sconta una gestione non incisiva sul depuratore di Termoli che negli scorsi mesi è stato anche sequestrato su ordine della Procura di Larino per gli sversamenti in mare. Il procuratore La Rana ha chiesto il rinvio a giudizio per sette indagati tra amministratori, funzionari pubblici e vertici Crea, società che gestisce l’impianto. La motivazione ufficiale si saprà solo più avanti, quello che è certo, è che negli inviti per la cerimonia prevista a Roma, Termoli non c’è.
Non la prende più da alcuni anni invece Montenero di Bisaccia. “Per i servizi che abbiamo mi sembra assurdo” è il commento del sindaco Nicola Travaglini che questa volta ha intenzione di andare a fondo sulle motivazioni. Resta senza bandiera come anche lo scorso anno anche Petacciato, ma non perché esclusa: “Semplicemente non abbiamo partecipato” spiega il sindaco Roberto Di Pardo. “Non abbiamo presentato domanda perché non ci sono i servizi minimi richiesti. Avrei dovuto dichiarare il falso. L’acqua è pulita, questo lo sanno e lo vedono tutti. L’impegno ora è dotare la spiaggia di servizi e partecipare, questa volta con tutti i requisiti, per il prossimo anno” ha dichiarato Di Pardo.
Sesta conferma consecutiva per Campomarino: “Siamo orgogliosi di questo risultato” è il commento dell’assessore al turismo Anna Saracino. “Continuiamo a lavorare e ad avere attenzione all’ambiente e ai servizi sulle spiagge” ha concluso. E se Campomarino vanta la bandiera blu, al lido ci sono ancora conti in sospeso con la pineta, dove continua il degrado e l’abbandono, così come denunciato dal consigliere comunale di opposizione, Antonio Saburro, che chiede lumi sui lavori di recupero previsti e finanziati con un contributo regionale di 120mila euro. “Dopo tre anni – ha osservato l’esponente della minoranza – non solo l’opera non è stata realizzata ma la situazione sembra anche peggiorata con l’aggravante che l’impresa ora chiede i soldi per i lavori già effettuati e per il materiale acquistato” ha concluso Saburro.

Potrebbe interessanti anche:

Festa della mamma, l’Azalea della ricerca arriva a Vastogirardi

Il prossimo 9 maggio si celebrerà la festa della mamma, giornata simbolo di gratitudine ne…