22.1 C
Campobasso
mercoledì, Luglio 24, 2024

Elezioni regionali, giallo sul ritardo nella proclamazione dei risultati

AperturaElezioni regionali, giallo sul ritardo nella proclamazione dei risultati

È quasi giallo sul ritardo nella proclamazione dei risultati delle ultime elezioni regionali del Molise.

In Friuli, si è votato il 29 aprile, il 30 aprile sono stati scrutinati i voti e il tre maggio, dopo soli tre giorni, la Corte d’Appello di Trieste ha proclamato presidente e consiglieri.

In Molise, si è votato una settimana prima, il 22 aprile, oggi è il 5 maggio, ma delle proclamazione ancora nessuna notizia.

Cosa sta succedendo?

Ritardi dovuti solo a controlli incrociati tra i verbali e i dati trasmessi alla Regione, o ci sono problemi ad interpretare correttamente la nuova legge elettorale regionale promossa da Frattura in chiusura di legislatura e già osservata dal governo centrale per la questione della soglia minima?

Ricordiamo che, sulla costituzionalità di quella legge, già incombeva un ricorso avanzato dallo studio legale Balducci. Dubbi sull’interpretazione della nuova normativa, che evidenzia Oreste Scurti, interessato al risultato, sia come legale di alcuni cittadini elettori, sia come simpatizzante dei Cinque Stelle e, infine, come secondo dei non eletti del movimento in consiglio regionale.

E anche oggi, sabato 5 maggio, insieme ad un altro legale, è tornato in Corte d’Appello, a Campobasso. Ricordiamo che sempre lui, Oreste Scurti, giorni fa, per iscritto, aveva già presentato delle osservazioni ai magistrati della commissione elettorale.

Ultime Notizie