Cinque Stelle al Merito del Lavoro, quelle consegnate in Prefettura a Campobasso, in occasione del Primo Maggio, della Festa dei lavoratori. Cerimonia alla presenza delle autorità nel Salone d’onore di Palazzo di Governo. A fare gli onori di casa il prefetto Maria Guia Federico, che sui temi del lavoro ha ribadito impegno costante, ascolto e sinergia con le istituzioni, molti i rappresentanti in sala. Insigniti dell’onorificenza, per particolari benemerenze acquisite nel corso dell’attività lavorativa Anna Dentizzi, di Campobasso, dipendente di Poste Italiane, che ha ringraziato l’azienda per la sua crescita professionale, ribadendo l’impegno costante che alla fine premia e Maria Luigia Di Bianco, di Vinchiaturo, lavoratrice di immobiliare Arlem Srl, per la quale è stato un premio inaspettato ma frutto di abnegazione.

Riconoscimento anche ad Antonio Palazzo, di Termoli, dell’Anas Molise, che ha ringraziato i colleghi a tutti i livelli. “A loro dedico questo riconoscimento – ha detto – perché come me ogni giorno lavorano sulle strade per la sicurezza dei cittadini”

Stella al merito del lavoro anche a Fernando Vendittelli, di Campobasso della Ditta Iannetta Angelo Srl. “Una stella che mi appunto al petto pensando a chi il lavoro non ce l’ha, a mio padre e a tanti come lui che hanno lavorato senza avere anche loro un riconoscimento che avrebbero meritato, ma anche a chi ha perso la vita lavorando”. Francxa Zarrelli.di Ferrazzano, dipendente del Servizio Elettrico nazionale Spa, anche lei insignita, ha voluto sottolineare che il lavoro dà dignità e libertà, economica e di pensiero. “Bisogna crederci sempre, perchèp le soddisfazioni, con il sacrificio, arrivano” ha detto.

Per il nuovo governatore Donato Toma, in attesa della proclamazione, oggi è giusto riconoscere l’impegno e l’abnegazione di chi ha fatto tanto per la propria crescita e per quella del territorio. “Oggi, però – ha affermato – è anche l’occasione per rimarcare la centralità del lavoro e l’impegno che le istituzioni hanno e devono avere per risolvere gli aspetti critici. E’ un punto di partenza per il Molise in cui la musica deve cambiare”

Potrebbe interessanti anche:

La Caritas di Trivento in soccorso ai terremotati della Turchia e Siria. Stanziati 5 mila euro e avviata la raccolta fondi

La Caritas di Trivento in soccorso ai terremotati della Turchia e Siria. Stanziati 5 mila …