“Guardiamo oltre l’autismo”, il tema dell’incontro organizzato dall’istituto Giordano di Venafro, ma aperto a tutte realtà scolastiche della provincia di Isernia. Un coinvolgimento così ampio è facile da spiegare: questo disturbo è in costante crescita e il mondo della scuola può e deve dare un contributo decisivo nel sostegno dei ragazzi e delle loro famiglie, è stato detto durante l’incontro che ha visto la presenza di alcuni esperti. Per ottenere buoni risultati è necessaria la collaborazione tra istituzioni scolastiche e famiglie. Sia a casa sia a scuola si può agire per la correzione dei comportamenti disadattivi, ma anche per insegnare abilità comunicative, di interazione e di gioco. Un ruolo altrettanto importante è affidato alla ricerca, destinata a dare risposte importanti nel tempo, visti i progressi fatti negli ultimi anni. L’incontro di scena al Giordano ha dimostrato che la scuola molisana è molto attenta a questa problematica. L’autismo, pur nella sua complessità, rappresenta la sfida maggiore nell’ambito dell’inclusione. Ma prima di ogni cosa per l’Ufficio scolastico regionale è di fondamentale importanza puntare seriamente sulla formazione. E su questo sta investendo.

Potrebbe interessanti anche:

“Molis3SenzaSostanze Stupefacenti”, cerimonia di premiazione delle scuole partecipanti

Nell’Auditorium della “Ex Gil” di Campobasso si è svolta la cerimonia di premiazione del C…