Oltre duemila e cinquecento dipendenti chiamati al rinnovo dei rappresentanti del Consiglio di fabbrica allo stabilimento Fiat-Chrysler di Termoli.

Per la prima volta la UILM è risultata il primo sindacato con dieci rappresentanti eletti in totale tra gli operai e gli impiegati. Seguono la FIM-CISL con otto, l’UGL con cinque e la FISMIC con tre. Un delegato anche per l’associazione quadri e impiegati.

Per il quinto mandato consecutivo il rappresentante che ha ottenuto più voti è Maurizio Ciarla, segretario organizzativo della UILM provinciale.

Alle elezioni hanno partecipato solo i sindacati che hanno sottoscritto il contratto collettivo specifico di lavoro. Molto alta l’affluenza. Si attendono ora le novità del nuovo piano industriale del gruppo.

Potrebbe interessanti anche:

Dopo due anni di stop dovuto alla pandemia, l’associazione Notti Mediterranee di Roccavivara presenta il programma delle iniziative 2022

Dopo due anni di stop dovuto alla pandemia, l’Associazione Notti Mediterranee di Roccaviva…