Nell’ultimo numero la rivista Archeomolise ha voluto fare una dedica alla storia della città di Isernia. Uno speciale, quello presentato alla biblioteca Michele Romano, che in poco più di cento pagine mette in luce i passi salienti di un lungo cammino che parte dalla preistoria per concludersi con l’istituzione della Provincia, con un focus sui palazzi storici e le chiese, sulla pittura, sulla poesia, la narrativa e il teatro. Senza tralasciare feste, fiere, culti e processioni. Il numero monografico – scritto a più mani – è stato curato dal giovane ricercatore isernino Alessandro Testa. Nello speciale non mancano alcuni passaggi polemici. La mancata valorizzazione di un patrimonio così importante, quel senso di indifferenza rispetto al costante declino della città, non potevano non colpire chi è nato e vissuto a Isernia e che nonostante tutto continua ad amarla.

Potrebbe interessanti anche:

La Caritas di Trivento in soccorso ai terremotati della Turchia e Siria. Stanziati 5 mila euro e avviata la raccolta fondi

La Caritas di Trivento in soccorso ai terremotati della Turchia e Siria. Stanziati 5 mila …