26 C
Campobasso
martedì, Luglio 16, 2024

Venafro ricorda le vittime del bombardamento del 1944

AttualitàVenafro ricorda le vittime del bombardamento del 1944

Era il 15 marzo del ‘44 quando gli aerei americani sganciarono le loro bombe su Venafro. “Provocarono la morte di numerosissimi civili, tra cui molte donne, vecchi e bambini, e la quasi totale distruzione dell’abitato”, è scritto nelle motivazioni che nel 2005 indussero l’allora presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi ad attribuire alla città la medaglia d’oro al merito civile. Come ogni anno i venafrani hanno voluto ricordare questa tragedia con una messa nella chiesa dell’Annunziata – celebrata dal vescovo, monsignor Camillo Cibotti – e con la rituale deposizione delle corone d’alloro nei luoghi segnati dalle bombe e ai piedi del monumento che ricorda i caduti delle guerre. Non a caso il sindaco Antonio Sorbo ha voluto consegnare anche dei riconoscimenti ad alcuni concittadini impegnati della campagna di Russia. Significativa la partecipazione delle scolaresche alla cerimonia. Altrettanto significativa la presenza di chi quel bombardamento lo ha visto con i propri occhi. É il caso del professor Giacomo Gargano: “Ero in una scuola privata con i miei compagni – racconta – poiché le elementari erano chiuse. Sentimmo cadere una bomba a poche decine di metri da noi. Ci rendemmo subito conto che quelle fortezze volanti avevano sbagliato bersaglio. Ma le bombe lanciate sulle case provocarono profondo sdegno”.

Ultime Notizie