di PASQUALE DI BELLO

Come i Beatles sul tetto della Apple, anche Roberto Ruta sceglie la cima di un palazzo per il proprio concerto d’addio. La differenza, non da poco, è che i Beatles suonavano da Londra e la loro era una musica pop inebriante, mentre Roberto Ruta si è esibito da Campobasso ed il suo è stato un doppio concerto. Da un lato un inno alla gioia, alla Beethoven formato famiglia, per l’obiettivo raggiunto e, dall’altro, un Requiem in grande stile per il gruppo dirigente del PD e per il presidente della Regione, Paolo di Laura Frattura. “Abbiamo raggiunto l’obiettivo che ci eravamo prefissi a giugno del 2017 quando, in cinque, fondammo l’Ulivo 2.0 – ha detto Ruta – ovvero quello di raggiungere l’unità del centrosinistra nella discontinuità”. “Le dimissioni del segretario regionale Fanelli e il passo indietro di Frattura – ha proseguito Ruta – rappresentano un decisivo passo in avanti verso quella unità nella discontinuità che avevamo auspicato”.

Poi il colpo di scena, abbastanza telefonato per dirla alla Enrico Ameri: Roberto Ruta ha annunciato il proprio passo indietro rispetto alla candidatura alla presidenza della Regione. Soltanto lo scorso 25 febbraio, circa 1300 persone incoronarono proprio Ruta quale candidato di Ulivo 2.0 al vertice della Regione. Comprensibile tuttavia il gesto del senatore uscente, quello di farsi da parte per favorire la candidatura unitaria che in queste ore sta maturando nel centrosinistra: quella di Antonio Di Pietro. L’Ulivo 2.0, infatti, è pronto a convergere in direzione dell’ex PM di Mani Pulite.

E di Ruta, che ne sarà? Alla domanda Ruta Risponde con quel suo classico sorriso da gatto che ha appena acchiappato il topo: torno a scuola – dice – torno a fare il professore. Politicamente, da oggi, io sono solo un portatore d’acqua.

Si conclude qui il concerto dell’ex senatore. Sullo sfondo gli fanno da cornice il massiccio del Matese e le sue nevi. E’ da questa suggestiva cornice che parte l’ultima cartolina per via Genova. Sopra ci sono scritte due sole parole: ciao ciao.

Potrebbe interessanti anche:

Dopo due anni di stop dovuto alla pandemia, l’associazione Notti Mediterranee di Roccavivara presenta il programma delle iniziative 2022

Dopo due anni di stop dovuto alla pandemia, l’Associazione Notti Mediterranee di Roccaviva…