Siamo in dirittura d’arrivo: il nuovo depuratore di Termoli in zona Sinarca è pronto. “Tutto finalmente è al suo posto, stiamo solo definendo alcuni dettagli insieme al collegamento con l’impianto di sollevamento della Torretta” è il commento del direttore dei lavori Ferruccio Blardi. Insomma nel giro di qualche settimana il nuovo depuratore entrerà in funzione. Un’opera faraonica per i tempi, più di 10 anni di lavori, in mezzo diverse varianti al progetto originale e poi una rescissione del contratto, decisa dal sindaco Angelo Sbrocca, per i ritardi e le inadempienze della ditta che lo ha realizzato. Decisione che ha inevitabilmente allungato i tempi. Nuova ditta e nuovi lavori per scoprire, poi, che l’impianto non era completo e alcune parti non erano state realizzate. Problemi che hanno creato molti disagi, oltre che numerosi grattacapi per l’Amministrazione, che si è trovata a fare i conti con un’opera monca. Ora, però, la svolta è vicina e l’impianto entrerà in funzione a breve, risolvendo in buona parte il sovraccarico del depuratore del porto, la cui gestione è finita nel mirino della Procura di Larino. Con l’attivazione dell’impianto del Sinarca si risolverà anche un altro problema: quello dei nuovi allacci idrici, bloccati ormai da più di due anni e che hanno impedito a tanti cittadini di trasferirsi in nuove abitazioni. La Crea in questi anni, infatti, ha autorizzato solo riattivazioni di utenze e subentri. Anche il palazzo dello Iacp di contrada Colle Macchiuzzo, pronto ormai da tempo, è rimasto chiuso per l’impossibilità di attivare nuove utenze, con tante famiglie in attesa e che rischiano lo sfratto. A febbraio il nuovo depuratore verrà finalmente consegnato e potrà essere messo in funzione. Andrà a regime nel giro di qualche mese e potrà ricevere fino a 12mila utenze, in questo caso la parte alta del quartiere Porticone e di contrada Colle dalla Torre.

Potrebbe interessanti anche:

Covid, 10 positivi e un nuovo ricovero al Cardarelli. Ci sono anche 11 persone guarite

Dieci nuovi contagi ed un nuovo ricovero in Malattie infettive. Sono i dati dell’ultimo bo…