Home Attualità Migranti al villaggio di San Giuliano, venerdì incontro in Prefettura. Di Giacomo: “Stop al progetto”
Attualità - Evidenza - QD - 29 Novembre 2017

Migranti al villaggio di San Giuliano, venerdì incontro in Prefettura. Di Giacomo: “Stop al progetto”

Resta aperto il dibattito sul futuro del villaggio provvisorio di San Giuliano di Puglia. Il progetto del centro di accoglienza per migranti sarà al centro dell’incontro convocato venerdì primo dicembre in Prefettura. I sindaci dei Comuni limitrofi e i consiglieri di minoranza saranno ricevuti dal Prefetto, Maria Guia Federico, che ha accolto la richiesta di un confronto rinnovata dal senatore di Federazione della Libertà, Ulisse Di Giacomo.

In occasione della protesta delle scorse settimane tenuta in piazza Pepe gli amministratori non erano stati ricevuti dalla rappresentante dello Stato e ora ci sarà occasione per fare il punto su una vicenda che riguarda l’intero territorio.

Obiettivo, quello di ribadire il ‘no’ al progetto del villaggio come centro per migranti al di là dei numeri e della tipologia di gestione, ultima in ordine di tempo, quella dei rimpatri volontari.

L’intenzione – ha osservato il senatore Di Giacomo – è quella di trasmettere al Prefetto le perplessità, i timori e le legittime preoccupazioni degli amministratori locali rispetto all’iniziativa del Governo che – ha aggiunto il parlamentare – avrebbe un impatto dirompente a livello sociale, economico, sanitario e di sicurezza in un territorio già devastato dal terremoto che non presenta caratteristiche tali da poter accogliere con questi numeri e modalità i migranti in un unico sito e in una regione – ha osservato Di Giacomo – già al primo posto in Italia come numero di persone ospitate rispetto alla popolazione residente”.

L’alternativa è, in sostanza, quella di annullare la creazione del centro e favorire ipotesi alternative di accoglienza diffusa così come è già avvenuto a Santa Croce di Magliano con il sistema Sprar. Una proposta che Di Giacomo ha avanzato al ministro Minniti chiedendogli di rinunciare al centro di San Giuliano di Puglia e di considerare una diversa distribuzione dei flussi migratori sul territorio. Si attendono novità anche sul fronte dell’appalto e dei lavori già previsti al villaggio con una gara da circa tre milioni di euro già aggiudicata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Campobasso, Gravina: “Entro l’anno prossimo pronta la Tangenziale nord”

Quando l’opera sarà completata, l’annuncio del sindaco di Campobasso è per il …