Legge elettorale regionale, forse sarà la discussione sulla mozione di sfiducia, nei confronti di Frattura, in programma per il 7 novembre, martedì prossimo, che ci farà capire quello che accadrà per il nuovo sistema di voto con cui si vuole andare alle prossime elezioni regionali. Se a Frattura, sfiduciato dalla magistratura, che lo indaga per calunnia per i fatti di Bari e per la brutta storia della villa di Termoli, arriverà la fiducia della metà più uno dei consiglieri regionali, come già accaduto con l’Egam, capiremo anche se il sistema di voto con cui si andrà al rinnovo del consiglio regionale sarà l’ennesima ‘rapina’ alla democrazia in Molise. Com’è noto, l’assemblea del Pd votò diversi mesi fa una bozza di riforma che prevedeva tre collegi: Campobasso, Isernia e Termoli, proposta che avrebbe granatito la rappresentatività territoriale non solo di Isernia, ma anche del Bassomolise. E quella proposta fu regolarmente presentata in commissione da Scarabeo, Totaro e Lattanzio. Ironia della sorte, Frattura, che ora briga per il collegio unico, votò la proposta del Pd, dei tre collegi, anche se adesso è a capo degli undici firmatari di un documento che propone il collegio unico. Per Massimiliano Scarabeo si tratta solo dell’ennesima dimostrazione di incoerenza del governatore che dice una cosa e, puntualmente, ne fa un’altra. In sostanza, a dispetto degli impegni presi pubblicamente, anche davanti agli amministratori della provincia di Isernia, riuniti in assemblea in via Berta, Frattura va avanti per la sua strada e così facendo, rischia di ripetersi quanto accaduto anche per l’Egam, quando fu privatizazta l’acqua pubblica dei molisani, nonostante proteste, polemiche e accuse che non furono tenute in alcuna considerazione. Ci sono dieci consiglieri regionali che si sono bendati occhi, bocche ed orecchie per andare appresso a Frattura in un disegno di spoliazione della nostra regione. Ma Scarabeo promette lotta dura, in commissione e in consiglio in difesa della provincia di Isernia e della zona del Bassomolise che verrebbero penalizzate nella rappresentatività se passasse l’ipotesi di collegio unico.

Potrebbe interessanti anche:

Edili: il Tar sospende il prezzario regionale, l’Acem scrive agli enti appaltanti

A seguito della sospensione del prezzario regionale delle opere edili disposta dal Tar Mol…