Home Apertura Qui non c’è futuro, esodo dal Molise: 27mila giovani andati via negli ultimi dieci anni
Apertura - Attualità - Evidenza - Politica - QD - Regione - 30 Ottobre 2017

Qui non c’è futuro, esodo dal Molise: 27mila giovani andati via negli ultimi dieci anni

Nonostante le sciocchezze, raccontate giorno dopo giorno da Frattura e dalla sua corte, la realtà occupazionale ed umana del Molise non è mai stata così preoccupante.

Per gli amanti della statistica, se il trend continuasse con queste percentuali, nel giro di venti-trenta anni, il Molise si trasformerebbe in una regione fantasma, una landa desolata.

Come quelle città americane, legate alle miniere d’oro, oppure alle acciaierie. Città diventate improvvisamente ghetti spopolati e invivibili, dopo che la gente, i giovani, le famiglie se n’erano andati via.

Oggi si emigra dal Molise, per altri paesi esteri, al ritmo di 716 unità l’anno. L’ultimo dato è quello del 2015, quando la crisi occupazionale non era ancora arrivata ai livelli attuali. Parliamo di 716 unità lavorative qualificate, ovvero ingegneri, medici, fisici, chimici, laureati in economia e diplomati specializzati.

716 giovani che hanno scelto di lasciare il Molise e l’Italia per andare a vivere all’estero. È chiaro che creeranno lavoro, costruiranno imprese e metteranno su famiglia all’estero e forse, anzi, quasi sicuramente, non torneranno più.

Ma i numeri dell’esodo estero, sono solo una parte, la maggiore quantità di emigrati con la laurea è partita dal Molise per andare in altre regioni, quasi sempre del Nord. Insomma, si sta assistendo al fenomeno della morte annunciata di una regione.

Negli ultimi dieci anni, 27mila molisani sono andati all’estero a caccia di lavoro, sono dati Aire. Si tratta di quasi il dieci per cento della popolazione, qualla giovane che cerca lavoro, che lavora e produce ricchezza, ovvero reddito.

In totale i molisani che lavorano all’estero sono 87mila, quasi un terzo dell’attuale popolazione.

Cosa dire di più, si tratta di un vero a proprio esodo. L’esodo dei molisani nel mondo.

Ecco, questi numeri, queste riflessioni, dovrebbero essere alla base di un qualunque programma elettorale per le prossime elezioni regionali: cosa fare per far restare i giovani, le famiglie i bambini?

Cosa fare per evitare che il Molise, una bella e straordinaria regione, abbassi la saracinesca e la smetta di esistere, da sola?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Coronavirus, 6 nuovi positivi su 504 tamponi processati. Scendono i ricoveri e nessuno più in Terapia Intensiva, da registrare anche altri guariti

Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Molise, a fronte di un significativo aumento…