Accendere i riflettori del dibattito cittadino sui temi dell’accoglienza, dell’inclusione, della partecipazione, della conoscenza dell’altro. E’ questo lo scopo di Interferenze, progetto di cinema sociale nato dal lavoro di collaborazione tra associazioni ed enti che si occupano di cultura e di sociale, tra cui il centro diurno “Chesensoha”, la consulta della disabilità del Comune di Termoli, da Faced (associazione di famiglie contro l’emarginazione e la droga), da Tempi Moderni, dallo Sprar. Nel progetto, patrocinato dal Comune di Termoli, sono stati coinvolti non solo gli utenti che frequentano i centri, ma anche gli studenti della scuole medie di Termoli Brigida e Bernacchia, del Liceo Scientifico e dell’Istituto Comprensivo di Guglionesi.
L’iniziativa vuole abbattere le barriere e le discriminazioni alimentate dall’individualismo con un ‘buon cinema’ attento ai cambiamenti sociali e alla valorizzazione delle diversità
Una terapia, un riscatto anche per gli utenti del Centro di Salute Mentale di Termoli, che con il suo centro diurno si occupa di persone maggiorenni con progetti di inserimento sociale e lavorativo
Si parte con il festival domani al cinema Sant’Antonio e con il film ‘I Migrati’. Tutte le pellicole, eccetto l’ultima saranno proiettate per due volte, alle 17,30 e alle 20,30 e saranno anticipate da una presentazione della tematica trattata. L’ingresso è libero. Mercoledì appuntamento con ‘Il più grande sogno’, giovedì con “La famiglias Bèlier’, venerdì con ‘La mia classe’ e solo sabato alle 17 unica proiezione di ‘Piigs’, a cui seguirà un dibattito conclusivo.

Potrebbe interessanti anche:

Rievocazione storica ad Agnone: tornano le lavandaie dei lavatoi

Ad Agnone arriva una nuova rievocazione storica. Il Comitato di Quartiere “Agnone Ce…