Home Attualità Atti sessuali con minore, ex parroco di Portocannone condannato a sei anni di reclusione
Attualità - Evidenza - QD - 3 Ottobre 2017

Atti sessuali con minore, ex parroco di Portocannone condannato a sei anni di reclusione

Si è concluso con una sentenza di condanna a sei anni di reclusione il nuovo processo a carico dell’ex parroco di Portocannone, don Marino Genova, accusato di atti sessuali nei confronti di Giada Vitale, all’epoca dei fatti minorenne. Si tratta del filone del dibattimento riferito al periodo precedente ai 14 anni mentre la posizione relativa ai due anni successivi era stata archiviata. La sentenza del giudice del Tribunale di Larino è arrivata in serata. Soddisfatta la giovane che oggi ha 22 anni, assistita dall’avvocato Giuseppe D’Urbano: “E’ stata fatta giustizia”. Il pm Ilaria Toncini aveva chiesto sei anni e la sentenza ha quindi accolto la tesi dell’accusa mentre la difesa aveva chiesto la piena assoluzione del sacerdote. A dare sostegno ed esprimere solidarietà a Giada l’associazione del centro antiviolenza de L’Aquila con un gruppo di attiviste giunto a Larino. Si attendono le motivazioni della sentenza di primo grado e l’eventuale ricorso da parte di don Marino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Covid, i guariti superano i nuovi positivi. I contagi sono 60 su 655 tamponi. Ancora vittime

Per la prima volta, dall’inizio della pandemia, il numero dei guariti supera quello dei nu…