Home Attualità Emergenza viabilità lungo la strada di Rio Vivo a Termoli, Comitato si appella al Prefetto
Attualità - Evidenza - QD - 30 Settembre 2017

Emergenza viabilità lungo la strada di Rio Vivo a Termoli, Comitato si appella al Prefetto

L’obiettivo è quello della sicurezza della zona di Rio Vivo e di dare risposte ai tanti residenti in un’area che chiede maggiori servizi e interventi concreti all’amministrazione comunale.

Un Comitato di quartiere costituito di recente si propone di tenere alta l’attenzione, a partire dall’emergenza viabilità. Troppi incidenti, auto che sfrecciano lungo la strada principale in cui il limite di velocità è fissato a trenta chilometri orari, marciapiedi da sistemare e molto altro.

L’associazione dei residenti, presieduta da Tiziana Porreca, e affiancata dal consigliere comunale di opposizione, Francesco Rinaldi, socio fondatore dello stesso Comitato, ora si rivolge anche al Prefetto di Campobasso, Maria Guia Federico, per chiedere delle misure significative sulla questione viabilità.

Se i dossi artificiali non sono possibili per motivi tecnici attivare almeno gli autovelox, una misura che l’amministrazione Sbrocca ha previsto ma si è in attesa ancora di conoscere i tempi di reale attivazione.

Non vogliamo essere dimenticati o considerati cittadini di serie B – ha osservato Tiziana Porreca – evidenziando i tanti disagi e i pericoli in una zona abitata da numerose famiglie, bambini e anziani”. Il consigliere Rinaldi ha ribadito la «mancata considerazione che questa amministrazione comunale ha per Rio vivo. Il quartiere è abbandonato – ha ribadito – evidenziando proposte come attraverasamenti pedonali rialzati all’uscita della scuola di Pantano Basso, in prossimità di un punto spesso al centro di incidenti e un terzo a poca distanza dall’Ultravolo. Si è parlato anche di pulizia di canali, di regole e controlli per i falò organizzati in occasione della festa di San Basso ma è l’emergenza sicurezza a mobilitare il Comitato: subito telecamere di videosorveglianza e controllo della velocità lungo tutta la strada. Un appello contenuto in quasi duecento firme raccolte solo nel quartiere e una risposta attesa da decine di famiglie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Dopo Limosano la pantera è stata avvistata anche a Bagnoli e Carpinone

Dopo Limosano, la pantera sarebbe stata avvistata in altre zone del Molise, non particolar…