Trasporto pubblico urbano a Campobasso. La Seac, la società che gestisce il servizio, non ci sta ad essere accusata del taglio dei km e del conseguente licenziamento di 8 dipendenti. Il suo legale rappresentante, Costantino Potena, in una nota, ha spiegato come, secondo la Seac, stanno le cose. E’ partito dal taglio del 30% per il costo del servizio stabilito dalla Regione con la legge Finanziaria di quest’anno.

La differenza – ha chiarito – sarebbe dovuta essere a Carico del Comune di Campobasso”. A gennaio la società ha dato il via alla procedura per il licenziamento collettivo di una decina di persone.

Sindacati e autisti hanno protestato. Ci sono stati incontri con Regione e Comune. “La riduzione all’inizio è passata al 25% – ha spiegato Potena – poi da luglio al 10%, fino al 31 dicembre”. Incontri in cui si è deciso anche di far rimanere tutto invariato fino al 30 giugno scorso. Alla luce di quanto deciso la Seac ha sospeso le procedure di licenziamento continundo a operare come nel 2016 e dopo il primo luglio, ha continuato a mantenere tutti i dipendenti anche se, in seguito ad accordi con l’amministrazione comunale, il servizio ha subito notevoli tagli.

La Seac ha poi precistato di aver firmato il contratto di proroga al 31 dicembre di quest’anno per 920mila km a fronte di un milione e 88mila del 2016 e il 16 agosto ha anticipato circa un milione e mezzo di euro, “ma – ha rimarcato Potena – ci è stato accreditato un imprto ridotto del 25%, cioè mancano circa 300mila euro”.

Dai calcoli della Seac, dall’11 settembre, quando entra in vigore il nuovo orario invernale e fino al 31 dicembre, restano 62500 km al mese e la conseguenza è una nuova procedura di licenziamento collettivo, con servizio ridotto rispetto allo scorso anno e disagi per la cittadinanza. “Il Comune – ha detto ancora il rappresentante legale della Seac Costantino Potena – in tutta questa storia non ha e non può impegnare neppure un centesimo ”.

Intanto dopo il fallimento della procedura di conciliazione, il 15 settembre è previsto lo sciopero degli autisti della Seac dalle 8.30 alle 12.30. I sindacati, chiedono alle parti di trovare soluzioni incontrandosi, affinché eventuali sacrifici non siano univoci . Simonetti, Cgil, dice di considerare uno studio commissionato in passato per razionalizzare la percorrenza ed evitare tagli al personale, di pensare a riduzioni dei compensi dei consigli di amministrazione e sottolinaea che prima di parlare di contratti di solidarietà o altro è necessario concordare, sempre, con i lavoratori”. C’è poi la questione del bando del trasporto pubblico, di cui si è ancora in attesa.

Potrebbe interessanti anche:

Sanità: accolto ricorso Gemelli Molise, sospesa efficacia decreto Toma

Il Tar Molise ha sospeso l’efficacia del decreto commissariale e di tutti gli atti c…