di ANNA MARIA DI MATTEO

Maggioranza ancora una volta assente su temi importanti. E così, è saltata la seduta del Consiglio comunale di Campobasso, convocata per l’approvazione del Documento unico di programmazione e della  proposta di delibera per la definizione agevolata delle controversie tributarie.  Un provvedimento, quest’ultimo,  che interessa da vicino centinaia di contribuenti che potranno avere la possibilità di usufruire di una sorta di sanatoria.

Ma la mancanza del numero legale ha determinato l’aggiornamento dei lavori a domani, tra le polemiche e le critiche delle opposizioni.

In particolare, i consiglieri della coalizione civica hanno definito un atto grave il comportamento assunto dal centrosinistra, soprattutto in vista del  termine fissato per l’approvazione del regolamento sulla definizione agevolata, previsto per il 31 agosto. Dunque un voto che arriva, anche questa volta, sul filo di lana.

“Si tratta di una opportunità per il Comune – hanno commentato i consiglieri Pilone, Cancellario e Fasolino – perché consente di ridurre il contenzioso  nella riscossione delle entrate. Un atteggiamento incomprensibile della maggioranza che, forse, non ha compreso l’importanza del documento che andava approvato. Al di là dei noti problemi interni alla maggioranza – hanno concluso i rappresentanti della coalizione civica – resta l’amarezza di trovarsi di fronte ad un Documento di programmazione identico e quello degli ani passati: piatto e senza alcuna prospettiva di  crescita per la nostra città”.

Domani il banco di prova per la maggioranza del sindaco Battista.

Potrebbe interessanti anche:

“Caso Bari”, si squarcia la cappa di silenzio. Frattura e Di Pardo finiscono in cronaca nazionale

A squarciare una cappa di silenzio, durata oltre sette anni, c’ha pensato la stampa …