Gli operatori del settore hanno visto annate migliori di questa, ma è andata male fino a un certo punto. I tanti visitatori che hanno partecipato alla 28esima edizione della fiera del tartufo nero di San Pietro Avellana anche quest’anno hanno potuto contare su un prodotto di assoluta qualità. C’è chi ha fatto la scorta agli stand – riportando a casa salse, pasta, salumi, formaggi e altri prodotti a base di tartufo – e chi invece ha preferito sedersi a tavola per gustarlo fresco sul riso, sulla carne e persino sul dolce. Anche quest’anno nella “capitale” del tartufo molisano si è registrato un numero più che confortante di presenze. Ai visitatori in villeggiatura nei centri turistici a cavallo tra Abruzzo e Molise si sono infatti aggiunte le centinaia di persone arrivate a bordo del treno del tartufo. In viaggio sulla transiberiana d’Italia turisti provenienti da tutto il centro nord d’Italia. Tra loro anche l’inviato speciale di Mediaset, Marco Palma, letteralmente conquistato dalle bellezze paesaggistiche e dai sapori molisani.

Potrebbe interessanti anche:

La Molisana acquista anche i locali tecnici dell’ex Zuccherificio

Era rimasto invenduto solo il lotto numero 3 dei 4 dell’ex Zuccherificio e oggi Past…