La Giunta regionale ha approvato il calendario venatorio modificando di fatto il testo che non era stato licenziato nella II° Commissione consiliare per ben due volte. Le modifiche riguardano alcune specie nelle giornate di preapertura, con esattezza: il colombaccio, la gazza, la cornacchia e la ghiandaia.

La Commissione non ha espresso il parere, con l’astensione dei Consiglieri Scarabeo, Cavaliere e Manzo. Con la dichiarazione del Consigliere Cavaliere, alla quale si sono uniformati gli altri componenti della Commissione, si sollevavano delle perplessità circa l’obbligatorietà del parere dell’Ispra rispetto ad alcune specie che la proposta di calendario venatorio della Regione Molise aveva proposto.

Il Consigliere con delega alla caccia, Cristiano Di Pietro, nonostante i pareri sfavorevoli ricevuti in Commissione, ha voluto portare in Giunta regionale il calendario venatorio senza apportare le dovute modifiche.

Oggi con l’approvazione e le modifiche della Giunta regionale che erano state evidenziate dai componenti della seconda Commissione, forse, possono evitare quei ricorsi che di sicuro avrebbero fatto annullare il calendario venatorio.

Potrebbe interessanti anche:

Covid, 10 positivi e un nuovo ricovero al Cardarelli. Ci sono anche 11 persone guarite

Dieci nuovi contagi ed un nuovo ricovero in Malattie infettive. Sono i dati dell’ultimo bo…