I consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle, Federico e Manzo, hanno presentato un’interpellanza al presidente Frattura per fare chiarezza su quanto sta accadendo al consorzio industriale di Pozzilli dove, dopo la nomina del nuovo presidente, Stefania Passarelli, e del comitato direttivo (composto dai sindaci Luigi Paolone, Custode Russo, Mario Stasi e Pasquale Colitti) il consiglio generale si è autoassegnato i nuovi compensi: 250 a ogni membro del direttivo per ogni presenza e 48mila euro annui al presidente. I due consiglieri regionali in particolare chiedono al presidente Frattura “se ritiene corretto l’operato del Consiglio generale sia sotto l’aspetto di una prudente gestione economico-finanziaria, ma soprattutto sotto l’aspetto dell’etica comportamentale. In un periodo difficile per molti – si legge in una nota – il Movimento 5 Stelle Molise sottolinea l’inopportunità di queste scelte. Invece di provare a ricondurre la gestione dell’ente magari ad un solo amministratore delegato, addirittura – concludono Ii consiglieri Federico e Manzo – si assegnano gettoni di presenza e compensi da decine di migliaia di euro”.

Potrebbe interessanti anche:

Alluvione ad Ischia, anche i Vigili del fuoco di Campobasso sul luogo della tragedia

Anche i vigili del fuoco del Comando provinciale di Campobasso sono andati in soccorso del…