Da qualche ora aveva compiuto ventiquattro anni, gli auguri degli amici, poi il tremendo impatto all’alba contro un tir lungo la Statale 16 mentre tornava a casa da Termoli a Montenero di Bisaccia.

Per Luca D’Aulerio non c’è stato nulla da fare: è morto per le gravi ferite riportate nell’incidente avvenuto a poca distanza dal semaforo di Petacciato Marina.

Per cause da accertare la Fiat Croma guidata dal giovane si è schiantata contro il tir che viaggiava sulla corsia opposta ed era diretto verso Lecce dopo essersi riavviato da un piazzale.

Per la violenza dell’impatto sul rettilineo il corpo di Luca è stato sbalzato dall’auto ed è finito a terra: l’auto accartocciata proprio nella parte anteriore si è schiantata nella cunetta.

Illeso camionista di 34 anni della provincia di Lecce che da una prima ricostruzione ha spiegato agli agenti di aver cercato di evitare la Fiat ed è rimasto coinvolto nello scontro.

Le indagini sono affidate alla Polizia stradale di Termoli coordinata dal comandante Francesco Caputo che ha effettuato i rilievi per ricostruire la dinamica fare chiarezza sulle cause dell’incidente.

La notizia della morte di Luca D’Aulerio si è diffusa in un soffio a Montenero di Bisaccia: il giovane, che lascia i genitori e una sorella, era molto conosciuto anche per il suo lavoro nel settore dell’organizzazione di eventi e dei service che forniscono gli impianti, sempre pronto e disponibile.

Il sindaco, Nicola Travaglini, proclamerà il lutto cittadino

Solare e sempre sorridente nelle foto della sua pagina Facebook già piena di messaggi di auguri per il suo compleanno, una catena spezzata nell’assurdo e nella velocità dei social network da parole di incredulità e vicinanza alla sua famiglia. I funerali saranno celebrati sabato primo luglio alle 16 nella chiesa di San Matteo apostolo a Montenero di Bisaccia.

Potrebbe interessanti anche:

Andrea Greco si scaglia contro Vincenzo Scarano: “Prendo le distanze dalla sua candidatura col centrodestra alle Provinciali”

Vincenzo Scarano, capogruppo di minoranza di “Agnone – Identità e Futuro”…