Home Attualità Isernia. Poliziotto morto durante un inseguimento, i familiari dovranno essere risarciti

Isernia. Poliziotto morto durante un inseguimento, i familiari dovranno essere risarciti

Arturo Messere

Colpo di scena nel processo sulla morte di Giuseppe Iacovone, il poliziotto di Capriati a Volturno che nel marzo del 2012 perse la vita a Macchia d’Isernia, mentre stava inseguendo un suv sulla statale 85. Dopo la conferma dell’assoluzione in appello dell’unico imputato, Pietro Campellone, la Corte di Cassazione ha annullato la sentenza ai fini degli effetti civili, disponendo il rinvio del procedimento al giudice competente. I magistrati dovranno cioè quantificare il risarcimento del danno in favore delle parti civili, così come richiesto dall’avvocato dei familiari della vittima, Arturo Messere. “Le parti civili – ha commentato il legale campobassano – in procedimenti del genere sono legittimati a chiedere il risarcimento dei danni. Ed essendo stato riconosciuto, sono dell’avviso che il fine che volevamo conseguire è stato raggiunto, anche se la vita umana non ha prezzo. Campellone – ha concluso Messere – dovrà pagare anche tutte le spese processuali”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Recupero reti e funi dismesse, attivato il servizio al porto di Termoli

TERMOLI. Un’area al porto di Termoli per recuperare reti e funi dismesse. Un modo concreto…